TOP NEWS

Storia del tappeto di lusso nepalese, dalle origini a oggi

tappeti di lusso nepalesi

La regione che si estende tra il Nepal e il Tibet ha visto nascere un’apprezzata tradizione artigianale nella produzione dei tappeti. A custodire e a tramandare questa conoscenza, sono da secoli le tribù nomadi che vivono nelle zone. Per tali popolazioni, i tappeti rappresentano un vero e proprio punto di riferimento per la vita della loro comunità.

 

Tappeti di lusso in lana di alta qualità 

Nel costruire i loro manufatti, le genti nomadi della regione nepalese hanno da sempre usato le risorse che la natura metteva loro a disposizione. Su tutte, la lana di pecora. La lana degli ovini che vivono in quest’area geografica è particolarmente soffice e calda. Lo è anche perché ha un’alta quantità di lanolina. Per questo motivo, i tappeti nepalesi sono tra i più caldi e i più morbidi del mondo intero. 

A differenza di quanto accaduto in altre regioni dell’Asia, in Tibet e in Nepal il design dei tappeti si è mantenuto estremamente semplice. I disegni sono infatti astratti e poco appariscenti. I pattern sono poco elaborati e convivono al fianco di tappeti realizzati con colori intensi. La ricchezza delle decorazioni tipiche dei tappeti persiani qui lascia spazio a motivi geometrici e a tappeti monocromatici, che sorprendono per la loro essenzialità. 

Il tessuto di un tipico tappeto di lusso nepalese è morbido e lucido, sia nel caso dei tappeti realizzati interamente in lana e a maggior ragione nei tappeti prodotti con inserti in seta. Il design di questi tappeti è piuttosto libero: non ci sono motivi che vengono ripetuti regolarmente, come nel caso dei tappeti turkmeni, né simboli religiosi da cui trarre ispirazione. 

A fare da musa per le popolazioni nomadi del Tibet e per i profughi provenienti dal Nepal è stata soprattutto la natura, con le sue infinite sfumature di colore. Tali sfumature sono riprodotte nei tappeti di lusso attraverso l’uso di fili in lana di diversa tonalità. 

Non mancano comunque modelli più elaborati, dalle decorazioni che richiamano quelle che sono comuni nella tradizione cinese. Dragoni, artigli e perle sono tra gli elementi che si ritrovano con maggiore frequenza. Un elemento decorativo caratteristico dei tappeti tibetani e nepalesi sono le perle di fuoco. Di che cosa si tratta? Il disegno rappresenta delle perle che sono circondate da fiamme e sospese al centro della scena. Al contrario, nei tappeti dal design floreale, gli elementi più rappresentati sono solitamente il fior di loto e le peonie. 

Un tappeto proveniente dal Tibet o dal Nepal si riconosce non solo per il design, ma anche e soprattutto per la tecnica di lavorazione. Il tappeto viene infatti realizzato interamente a mano, usando la lana sia per la trama che per l’ordito e per l’annodatura. Proprio la tecnica di annodatura distingue i tappeti tibetani da tutti gli altri, grazie a un nodo particolare, che viene impiegato per intrecciare i fili in lana. Questi ultimi sono fili dalle notevoli qualità elastiche, che permettono un’annodatura fitta e resistente.

 

Dai templi tibetani fino alle moderne case di lusso 

Oltre che nel design, i tappeti di lusso tibetani si distinguono dagli altri tappeti tradizionali asiatici per le loro dimensioni contenute. In effetti, i tappeti tipici del Nepal sono generalmente di piccola dimensione. Il motivo di ciò? Questi manufatti erano in antichità pensati per un uso individuale e per la decorazione dei templi. Non c'era quindi bisogno di fabbricare dei pezzi dalla superficie ampia.

Nei tappeti dedicati alla preghiera, il design aveva anche una funzione pratica. La decorazione del tappeto non era fine a sé stessa, ma limitava lo spazio della seduta. La dimensione spirituale della società tibetana influenzava così anche la dimensione più profana dell’arredamento. 

Con il passare del tempo, i tappeti progettati originariamente per la preghiera e per la meditazione sono usciti dai luoghi di culto o dagli ambienti domestici dedicati alla preghiera. Sono cioè diventati un elemento decorativo che si è diffuso in tutti gli spazi delle case nepalesi. 

Oggi, quando si parla di tappeti di lusso nepalesi, si distingue di solito tra i tappeti Khaden, usati per la meditazione, e i tappeti usati invece per arricchire gli altari e per rivestire le colonne dei templi. Ci sono poi tappeti antichi che erano stati appositamente tessuti per essere usati come selle per gli animali. E c'erano anche tappeti riservati all’uso delle massime figure spirituali della società. Per queste personalità di spicco, venivano creati tappeti particolarmente pregiati, impreziositi da ambite ed elaborate riproduzioni di tigri. La tigre è un animale che simboleggia la forza spirituale.

Grazie alle dimensioni contenute e ai design semplici ma comunque di grande effetto, i tappeti di lusso nepalesi riescono a trovare spazio in case moderne arredate negli stili più disparati. Questi tappeti sono un’ottima opzione da valutare, se si desidera avere in casa un tappeto di qualità superiore e che testimoni l'unicità e il buon gusto dei padroni di casa.

 

Nodus crea tappeti prestigiosi.
Porta nella tua casa il lusso!
>>> CONTATTACI! <<<

 

tappeti di lusso

Nodus ha reinventato il tappeto di lusso. È stato infatti il primo brand a proporre il concetto di tappeto come opera d'arte contemporanea. Da sempre, Nodus crea manufatti esclusivi, che arredano le case più belle del mondo.
Vuoi rendere la tua casa inimitabile come un'opera d'arte? Fai entrare negli spazi della tua vita quotidiana un tappeto annodato a mano di grandissima qualità e design! Regala alla tua famiglia e alle persone che ami la bellezza di un capolavoro da sogno!
Ogni pezzo di Nodus è progettato da famosi Designers, che lo rendono riconoscibile e prestigioso. In questo modo, ogni tappeto è unico: non ne troverai un altro uguale. Come tutte le cose belle e irripetibili, un esemplare della collezione di Nodus ti distingue e parla agli altri del tuo gusto e della tua raffinatezza.
CONTATTACI!