TOP NEWS

Il tappeto turkmeno: dalle origini a oggi

il tappeto di lusso turcomanno: la storia

Quando si parla di tappeti orientali, non si può mancare di approfondire la conoscenza della tradizione turkmena. I tappeti realizzati nella regione turcomanna hanno diversi punti in comune con i tappeti persiani, ma hanno saputo anche differenziarsi, adattando motivi e colori alla propria cultura di appartenenza. 

Portate avanti per secoli dalle popolazioni nomadi della regione, le attuali tecniche di lavorazione dei tappeti turkmeni sono riconosciute e tutelate. L'Unesco le ha infatti dichiarate Patrimonio immateriale dell’umanità.

 

Da elemento di vita quotidiana a oggetto di design

Quelli che conosciamo come tappeti turkmeni sono in realtà manufatti realizzati in un’ampia regione asiatica. Tale regione comprende i territori del Turkmenistan, dell’Uzbekistan, del Tagikistan, di parte dell’Afghanistan e del Kirghizistan.

L’abitudine di tessere tappeti si è estesa in tutta l’area grazie alla presenza di numerose tribù nomadi, che si spostavano regolarmente da un villaggio a un altro. 

Nel loro design e nei colori utilizzati, gli antichi tappeti turcomanni raccontano molto delle popolazioni che abitavano quella regione e del loro modo di vivere. 

Il tappeto non era solo un elemento decorativo. Era invece, con ogni probabilità, l’elemento più importante della vita domestica delle popolazioni nomadi dell’area. Ogni angolo delle tende che le famiglie abitavano era rivestito e decorato con un tappeto dedicato. C’erano naturalmente tappeti al suolo, per isolare il pavimento dal terreno, ma c’erano tappeti anche sulle pareti e sugli infissi. I tessuti erano usati anche per dividere i vari ambienti della tenda, e ce n’erano di speciali usati per accogliere gli ospiti. 

Tappeti particolari venivano usati anche sul dorso di cammelli e di cavalli. Altri pezzi erano invece adoperati come sacche per contenere e proteggere la biancheria per la casa. 

Gli antichi tappeti di lusso turkmeni hanno colori intensi e caldi. Le tonalità predominanti sono quelle della gamma dei rossi e dei marroni, ottenuti tingendo la lana principalmente con la robbia. A esaltare ancor di più l’intensità del colore rosso è l’uso di accenti blu e beige, colori ottenuti da erbe tintoree o usando lane grezze. 

I motivi decorativi caratteristici sono forse l’elemento che più distingue i tappeti di lusso turcomanni da quelli realizzati in altre regioni dell’Asia. Nei tappeti tessuti e intrecciati a mano dalle donne turkmene e uzbeche sono stati usati prevalentemente i motivi a gul o i motivi mirhab

Il motivo a gul è il più frequente. Consiste nella ripetizione di una serie di medaglioni di forma ottagonale, con all’interno delle decorazioni divise in quattro parti. La ripetizione dei medaglioni regala al tappeto un interessante motivo geometrico, che si discosta dagli elaborati design dei tappeti persiani e dalle decorazioni ricche di simbolismi dei tappeti cinesi. 

I dettagli che si possono notare osservando attentamente i motivi degli antichi tappeti turkmeni ci raccontano a quale tribù appartenevano le persone che hanno tessuto il tappeto. La forma, la dimensione e la disposizione dei vari elementi all’interno dei medaglioni si differenziano infatti nelle popolazioni nomadi Ersari, Salor, Beshir o Tekke. Sono solo alcuni degli esempi dei tanti che si potrebbero citare. 

Mentre i motivi a gul ci parlano dell’organizzazione sociale delle popolazioni nomadi della regione, i tappeti realizzati con motivo mirhab ci mostrano l’aspetto più spirituale della vita delle popolazioni turkmene. Il termine mirhab designa la nicchia presente nelle moschee che indica la direzione della Mecca. In senso più esteso, rappresenta la porta che consente il passaggio dal mondo terreno al paradiso. La forma di nicchia è stata riportata dagli artigiani sui tappeti ed è stata spesso abbellita con dettagli floreali e disegni astratti.

Un altro elemento che permette di riconoscere un tappeto turcomanno è la presenza di un ampio bordo decorato sul lato corto del tappeto. Il motivo centrale non è circondato da un bordo decorato su tutti i lati, ma occupa tutta la superficie del tappeto nella sua larghezza, mentre è affiancato da un bordo soltanto nei lati più corti. È una costruzione davvero particolare e molto caratterizzante.

I tappeti conosciuti come Bukhara sono certamente i più pregiati tra quelli realizzati nella regione turkmena e uzbeca. Prendono il nome dell’omonima città uzbeka e sono il frutto della tradizione portata avanti dalle popolazioni nomadi, a cui si sono aggiunte le influenze delle dominazioni turche, mongole e russe. 

I più pregiati tappeti turkmeni sono realizzati interamente a mano, con nodi fitti che creano raffinati motivi geometrici. Il materiale che li compone è la lana o un mix di lana e seta. Per il loro design caratteristico e i colori caldi, i tappeti di lusso turkmeni sono la scelta giusta per impreziosire un ampio salone arredato in stile classico. La loro unicità dà sicuramente un tocco di classe agli spazi e arreda l'ambiente casalingo conferendogli una spiccata personalità.

 

Nodus crea tappeti prestigiosi.
Porta nella tua casa il lusso!
>>> CONTATTACI! <<<

 

tappeti di lusso

Nodus ha reinventato il tappeto di lusso. È stato infatti il primo brand a proporre il concetto di tappeto come opera d'arte contemporanea. Da sempre, Nodus crea manufatti esclusivi, che arredano le case più belle del mondo.
Vuoi rendere la tua casa inimitabile come un'opera d'arte? Fai entrare negli spazi della tua vita quotidiana un tappeto annodato a mano di grandissima qualità e design! Regala alla tua famiglia e alle persone che ami la bellezza di un capolavoro da sogno!
Ogni pezzo di Nodus è progettato da famosi Designers, che lo rendono riconoscibile e prestigioso. In questo modo, ogni tappeto è unico: non ne troverai un altro uguale. Come tutte le cose belle e irripetibili, un esemplare della collezione di Nodus ti distingue e parla agli altri del tuo gusto e della tua raffinatezza.
CONTATTACI!